Home
+39 080 536 7848

Formazione continua: l'importanza di investire sul capitale umano

Gentili Lettori,

questo mese vogliamo riflettere su un elemento, spesso ignorato, che nel sistema imprenditoriale riveste un ruolo essenziale a livello strategico e gestionale: la Formazione Continua. Sono infatti ancora tante le realtà aziendali che non danno adeguata importanza alla formazione. Il mito, secondo cui la pratica quotidiana è sufficiente per far acquisire ai dipendenti, seppure altamente qualificati, tutte le competenze necessarie per svolgere al meglio le proprie mansioni, è ancora da sfatare.

Per tanto ci soffermeremo ad analizzare le ricadute positive che la Formazione Continua può avere sullo sviluppo e sulla crescita dell’impresa, presentandovi anche una panoramica dei finanziamenti a cui poter attingere per fruire di una formazione finanziata.

Formazione continua: l'importanza di investire sul capitale umano

“Se si vogliono ottenere risultati tangibili, un programma di formazione deve saper fornire strumenti concreti ed innovativi il cui obiettivo è di integrare l’addestramento tecnico con l’apprendimento esperienziale di nuovi e più produttivi atteggiamenti personali e di lavoro”. (M. Gorga).
Le mutate condizioni economiche e del mercato sviluppano una nuova idea di Formazione Continua, giustamente considerata un efficace strumento per aumentare la competitività dell’impresa.
Purtroppo, non è facile riuscire a comprendere sino in fondo gli effetti che un percorso di formazione, efficacemente gestito in ogni fase, può avere dentro e fuori l’azienda:

- l' aggiornamento professionale delle risorse umane
- l’ acquisizione di nuove competenze,
- l’ innalzamento dei livelli di efficienza e di produttività.

È dunque necessario che la formazione non sia più vista dall'imprenditore come una perdita di tempo e di denaro, ma come un’opportunità data ai lavoratori per accrescere la propria professionalità e all'impresa per avere personale qualificato e pronto ad affrontare e vincere le sfide del mercato: solo un’ impresa che ha saputo investire sulla crescita dei propri dipendenti potrà mantenere alta la sua competitività..

Formazione Continua Finanziata

I Fondi Interprofessionali sono stati costituiti per il finanziamento della formazione delle Risorse Umane, sulla base di accordi interconfederali stipulati dalle Organizzazioni dei datori di lavoro e dei Sindacati dei lavoratori maggiormente rappresentativi sul piano nazionale.
I Fondi Interprofessionali consentono quindi alle imprese aderenti di abbattere o annullare i costi della formazione continua, rappresentando così un’opportunità unica per continuare a investire sull'aggiornamento delle competenze dei dipendenti.
Per le imprese aderire ad un Fondo non comporta alcun costo aggiuntivo, in quanto si tratta di utilizzare la quota del contributo obbligatorio INPS (lo 0,30% del monte salari) che tutte le aziende versano per il proprio personale dipendente. Se l'azienda non aderisce ad un Fondo interprofessionale per la formazione continua, queste risorse vengono gestite dal sistema pubblico e l'impresa non ha la possibilità di intervenire sulla loro gestione.
Inoltre per aderire è sufficiente una comunicazione all'INPS attraverso il modello "Uniemens", che viene compilato ogni mese da chi elabora le buste paga. Immediatamente sarà possibile accedere ai bandi aperti o al conto formazione.
L'adesione ad un fondo può essere revocata in qualsiasi momento: l'azienda può decidere di versare il contributo obbligatorio all'INPS o ad altro fondo senza costi.
Pertanto aderire ad un Fondo è un’operazione senza alcun costo, veloce e senza vincoli.
Attualmente i Fondi più attivi a livello nazionale sono: Fondimpresa, For.te, Fondir, Fonarcom, Fondo Formazione Pmi, Fondo Artigianato Formazione, Fon.Coop, Fon.Ter, Fondazienda, Formazienda, Fonditalia.