Home
+39 080 536 7848

Finanziamenti pubblici per punti vendita di Puglia e Basilicata

Gentili Lettori,
vi segnaliamo la pubblicazione del Bando per gli aiuti alle piccole e medie imprese (Titolo II – Capo III) della Regione Puglia.
Obiettivo principale è incentivare le imprese alla realizzazione di nuove unità produttive, all'ampliamento di unità già esistenti, alla diversificazione produttiva e all'innovazione dei processi e dei prodotti.
Inoltre, per le imprese che operano in Basilicata, è stato pubblicato il Bando “Sostegno alla competitività delle PMI lucane” che si propone di concedere aiuti alle micro, piccole e medie imprese per sostenere investimenti che consentano un rilevante miglioramento delle prestazioni dell’impresa al fine di determinare vantaggi competitivi.
Buona lettura!

Presentazione Titolo II per le PMI

Il Titolo II per le PMI, per cui sono stati stanziati 30 milioni di euro, dà la possibilità alle imprese di piccola e media dimensione operanti nel settore commercio (esercizi commerciali di vendita al dettaglio e all’ingrosso), di mettere in atto investimenti minimo di € 30.000 e massimo di:
- € 2.000.000 per le micro e piccole imprese 
- € 4.000.000 per le medie imprese 
L’aiuto (pari al 45% per le micro e piccole e medie imprese e al 35% per le medie imprese) sarà erogato in forma di contributo in conto impianti determinato sul montante degli interessi di un finanziamento bancario e sarà anche riconosciuto un contributo aggiuntivo pari al 20% per le spese relative a macchine ed attrezzature. Quest’ultimo non potrà essere superiore a:
- € 400.000 per le piccole imprese
- € 800.000 per le medie imprese
Sono ammissibili le spese finalizzate a:
- acquisto di un suolo aziendale e sue sistemazioni entro il limite del 10% dell’importo dell’investimento in macchinari;
- opere murarie;
- acquisto di macchinari, impianti e attrezzature varie;
- acquisto di programmi informatici.
Nel dettaglio per i punti vendita potranno porre in essere interventi innovativi inerenti:
- i principali processi gestionali del negozio,
- l’adozione di efficaci sistemi di fidelizzazione,
- l’adozione del Cash Management per assicurasi un sistema di pagamento più sicuro ed efficiente,
- l’acquisto di moderne attrezzature come frigoriferi, bilance, scaffali, ecc.
I soggetti interessati devono essere in possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC) e di firma elettronica digitale del legale rappresentante.
Le domande potranno essere inserite nel portale Sistema Puglia tramite procedura telematica sino ad esaurimento fondi.

Sostegno alla competitività delle PMI lucane

Il Bando si propone di concedere aiuti alle micro, piccole e medie imprese operanti nel settore del commercio (esercizi commerciali di vendita al dettaglio e all’ingrosso) e attive in Basilicata, per sostenere investimenti che consentano un miglioramento delle prestazioni dell’impresa.
L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo in conto capitale sull’importo delle spese ritenute ammissibili, e l’investimento deve essere minimo di € 10.000 e massimo di:
- € 30.000 per le piccole imprese con un’intensità di aiuto pari al 45%
- € 50.000 per le medie imprese con un’intensità di aiuto pari al 35%
L'impresa beneficiaria si impegna, in ogni caso, ad apportare un contributo finanziario pari ad almeno il 25% dei costi ammissibili in una forma priva di qualsiasi sostegno pubblico.
Sono ammissibili ad agevolazione gli investimenti compresi nelle seguenti tipologie di intervento:
A. Innovazioni di processo/prodotto/servizio ovvero la realizzazione di un nuovo metodo di produzione di distribuzione, o significativo miglioramento di quello esistente, ottenuto attraverso cambiamenti delle tecniche o delle attrezzature.
B. Innovazioni organizzative tramite l’utilizzo delle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) ovvero l’adozione di nuovi metodi che hanno lo scopo di aumentare le prestazioni dell’impresa tramite lo sviluppo e la realizzazione di tecniche derivanti da applicazioni ICT.
C. Innovazione di marketing ovvero l’implementazione di nuove metodologie di marketing che comportano significativi cambiamenti nella promozione dei prodotti o nelle politiche di prezzo, con esclusione delle spese di pubblicità.
D. Eco–innovazione ovvero investimenti volti a favorire il miglioramento delle performance ambientali aziendali.
E. Safety-innovazione ovvero investimenti volti a migliorare i livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro e di responsabilità sociale dell’impresa.
La compilazione della domanda è telematica e sarà possibile presentare i progetti fino al 31 ottobre 2015.

Software Design propone

Software Design progetta soluzioni personalizzate per l’arredamento del vostro punto vendita (banchi cassa, scaffalature, frigoriferi, ecc.), fornendo prodotti di alta qualità.
Inoltre fornisce sistemi hardware delle più prestigiose aziende presenti sul mercato (casse, terminalini, ecc.).
Infine offre la consulenza per affiancare le imprese in tutte le procedure per la partecipazione al bando.
La nostra attività si estende dalla predisposizione della proposta progettuale, alla pianificazione e realizzazione del programma di investimento sino allo sviluppo tecnico e all’assistenza amministrativa.