Home
+39 080 536 7848

E-commerce: nuova frontiera del commercio

Gentili Lettori,
questo appuntamento mensile si propone di approfondire tematiche importanti, a volte sottovalutate, dell’articolato mondo della distribuzione organizzata. In particolare in questo numero rifletteremo su alcune opportunità, proprie della tecnologia e del mondo virtuale, da cogliere per migliorare il rendimento del punto vendita.
È acquisito che la competitività di un retailer non dipende più esclusivamente dall’offerta di prodotti di qualità e di servizi efficienti, ma anche da modalità gestionali e organizzative che devono essere al passo con i tempi per rispondere ai nuovi bisogni.
Da questa consapevolezza scaturisce l'esigenza di comprendere come internet può diventare un ottimo alleato per la fidelizzazione dei tradizionali consumatori ma soprattutto per la conquista di una nuova clientela.
 

Internet: uno strumento per avere successo

Sempre più frequentemente viene adoperato il termine crossmedialità che è la capacità di saper traghettare la propria attività dal tradizionale punto vendita al mondo del web.
Il sito internet può essere un ottimo strumento per :
- ottenere, senza dispendio di tempo e denaro, un’anagrafica completa della clientela che al momento dell’iscrizione fornisce importanti informazioni utili da usare per predisporre strategie promozionali e interventi pubblicitari mirati (età, sesso, professione, stato civile, composizione familiare, hobby, ecc.);
- pubblicizzare i prodotti con cataloghi elettronici facilmente aggiornabili e adattabili alle esigenze dello specifico target di riferimento;
- comunicare velocemente e frequentemente con la clientela tramite un servizio e-mail;
- gestire nel miglior modo possibile motivi di insoddisfazione con attività di assistenza post-vendita come forum e community;
- coordinare i programmi fedeltà permettendo al cliente di controllare i punti accumulati, di consultare il catalogo dei premi, di scoprire come raccogliere più punti, ecc.
Grazie a questi accorgimenti il rapporto con il cliente non si esaurisce al lasso di tempo che questi trascorre nel punto vendita, ma si avvia una comunicazione duratura che dà un valore aggiunto all'impresa permettendole di ottenere un vantaggio competitivo.
Questo primo utilizzo del sito internet ha come sua immediata conseguenza l’attivazione del servizio e-commerce cioè la possibilità di commercializzare i prodotti tramite internet.
 

E-commerce: la nuova frontiera del commercio

Un argomento che necessita particolare approfondimento è l' e-commerce, cioè la possibilità di commercializzare i prodotti tramite internet.
Il commercio via internet cresce annualmente in Italia del 18% dunque "l' e-commerce rappresenta un canale sempre più strategico per le aziende che desiderano essere competitive e raggiungere il proprio target in modo efficace e differenziato permettendo, attraverso esperienze digitali coinvolgenti e fruibili su più piattaforme, un alto tasso di conversione da utente a cliente.”(Marketing Manager)
L’ e-commerce italiano è un business che si consolida anno dopo anno, come conferma a IfgOnline Giovanni Toletti, project manager dell’Osservatorio B2c del Politecnico di Milano: "I dati ci dicono che i consumatori sempre di più vanno a comprare su internet. La crescita del fatturato è oltre il 40% annuo, dunque il successo è crescente".
Di sicuro l’e-commerce alimentare è ancora lontano dall’essere un business di riguardo, attualmente sono poche le realtà che hanno un servizio che sia ben organizzato e funzionale, tuttavia sarebbe sbagliato ignorare questa nuova frontiera del mercato: il canale virtuale può, infatti, diventare un importante mezzo a supporto o integrazione della vendita tradizionale in sede fissa.
Molti commercianti sono restii ad attivare un sito con servizio di e-commerce, perché intimoriti dalla necessità di organizzare il trasporto e la consegna della merce acquistata in modo veloce e a basso costo. In una prima fase questo problema può essere aggirato dando vita ad un e-commerce che si limiti a fornire al cliente la possibilità di ordinare e prenotare i prodotti. Così facendo il consumatore può procedere con la spesa virtuale tramite il sito, e successivamente, ad un orario pattuito, passare dal negozio fisico solo per ritirare i prodotti acquistati online. Tale opportunità genera un insieme di benefici tangibili per tutti quei clienti, come liberi professionisti, lavoratori o in genere persone con poco tempo a disposizione, che fruirebbero dell’opportunità di gestire in maniera ottimale il tempo dedicato alla spesa.
Questo può essere un importante punto di partenza per il commerciante lungimirante che desidera realizzare nel tempo un negozio virtuale che disponga di tutti i servizi necessari (trasporto, consegna, gestione degli ordini della clientela, ecc). Raggiunto tale obiettivo si disporrebbe di due punti vendita con un bacino di utenza differente e che soddisfano i bisogni di un maggior numero di persone, in particolare di coloro che, in precedenza, non avevano mai preso in considerazione l’eventualità di servirsi da quel negozio per la distanza geografica o per incompatibilità con gli orari di apertura.
Il canale distributivo on-line consente, dunque, di ottenere numerosi vantaggi se acquisiamo la consapevolezza che “la Rete continua ad ottenere performance migliori rispetto alla distribuzione tradizionale, ed è il canale di vendita che offre ad oggi le maggiori potenzialità in termini di crescita, nonostante la congiuntura economica non favorevole”.