Home
+39 080 536 7848

Business Intelligence: come trasformare dati in patrimonio strategico

Gentili Lettori,
riflettiamo quest’oggi sulla grande quantità di dati che ogni giorno produce un supermercato registrando le vendite della barriera cassa.
L’applicazione delle tecnologie informatiche al momento della vendita consente di trasformare questi dati in informazioni estremamente utili per gestire in modo più efficace ed efficiente qualsiasi punto vendita. Non è tuttavia semplice estrarre da tantissimi dati informazioni rilevanti che siano un valido supporto alle vendite.
È per questo che oggi vi forniamo importanti indicazioni su come districarsi fra i tanti dati che continuamente si producono nel vostro punto vendita.

Buona lettura!

Dati: fonte primaria di informazioni

Negli ultimi anni è emerso come i dati che i punti vendita quotidianamente raccolgono, se opportunamente trasformati in informazioni, possono generare una conoscenza di valore prima non disponibile o difficilissima da acquisire.
I lettori ottici utilizzati alle casse per leggere i codici a barre, le varie forme di pagamento (carte di credito, buoni pasto, ecc.), il ricorso alle fidelity card sono infatti dei formidabili collettori di informazioni di tutti i dati relativi alle vendite: quantità dei beni richiesti, periodo di maggiore o minore consumo (addirittura con riferimento alle singole ore della giornata), redditività diretta del prodotto, ecc.
Questi dati sarebbero preziosi elementi per favorire la messa in atto di strategiche e vincenti decisioni di business, se non fosse che troppo spesso vengono raccolti in semplici fogli di calcolo o database che non ne favoriscono un’adeguata analisi.
Il loro utilizzo, al contrario, dovrebbe essere associato ad idonei strumenti di Business Intelligence grazie ai quali la gestione della barriera casse diventerebbe un’inesauribile fonte di informazioni. L’obiettivo dovrebbe essere quello di usare i dati per consentire al negoziante di:
- esaminare come si comporta il cliente, che scelte di acquisto compie, quali sono i trend del mercato di riferimento, al fine di pianificare campagne di marketing mirate;
- determinare gli ordini ai fornitori direttamente a partire dalle vendite effettive.
I dati, così facendo, verrebbero utilizzati per massimizzare le entrate, aumentare il profitto e gestire opportunamente gli ordini.

Perché il vostro punto vendita ha bisogno della Business Intelligence?

La Business Intelligence consente di convertire i dati in informazioni utili e significative permettendo al negoziante di prendere decisioni tempestive e sulla base dell'effettivo andamento del punto vendita. Inoltre consente di combinare i dati provenienti da un’ampia varietà di fonti (fidelity card, scontrini, ecc.) per poter disporre di una visione completa sempre integrata e aggiornata.
Le soluzioni di Business Intelligence vengono solitamente utilizzate per:

-  identificare i prodotti più venduti
- identificare i clienti che hanno ridotto gli acquisti così da offrire loro incentivi speciali per rinnovare la loro fedeltà
- monitorare le vendite dei prodotti per avere una buona gestione delle scorte finalizzata ad una riduzione dei costi di magazzino
- allineare e misurare le attività giornaliere rispetto agli obiettivi strategici e individuare rapidamente le discrepanze.

Mediante una semplice interrogazione con questi strumenti è infatti possibile accedere al patrimonio di informazioni aziendali per sapere ad esempio quali sono gli acquisti totali di un singolo cliente o quanto prodotto è in stock in un determinato momento, i volumi di vendita mensili, ecc
L’applicativo di Business Intelligence si interfaccia quotidianamente con il sistema di cui ciascun supermercato è già dotato, per consentire la pianificazione di attività commerciali adeguate ed efficienti, facilitando anche la messa in atto di eventuali azioni correttive per rispondere al cambiamento dei trend di mercato.

Software Design propone

Software Design propone Market Manager Business Intelligence.
Il modulo consente di estrapolare una dettagliata analisi dei dati, l' osservazione in tempo reale dei risultati di vendita, statistiche e possibili previsioni nel breve e lungo termine: il tutto reso semplice e immediato grazie alla raffigurazione dei dati in grafici di vario tipo e in tabelle di facile consultazione.
Il modulo offre anche un cruscotto direzionale che permette di tenere sempre sotto controllo i dati più sensibili in modo da segnalare eventuali soglie di allarme.
Di seguito vi mostriamo esempi di grafici prodotti da Market Manager Business Intelligence.